Uscito “Duemilaventi” nuovo singolo del cantautore Dile

Il francavillese Dile, al secolo Francesco Di Lello, dopo il successo di “Mondocane”, torna con un nuovo singolo. “Duemilaventi”.
  • Ciao Dile e benvenuto su Brots! Come stai e come stai attraversando questo momento di ritrovata leggerezza.


          Ciao a tutti, sto bene grazie. Diciamo che la risposta “sto bene” è più da pilota automatico. Purtroppo non sono molto bravo a connettermi con le mie sensazioni, però con queste nuove ultime uscite sono sicuramente molto carico ed emozionato.

  • Ho ascoltato il tuo singolo “duemilaventi” e ho iniziato a riflettere al fatto che dalla pandemia le persone sono diventate molto più chiuse. E’ difficile trovare qualcuno che voglia fare amicizia e creare un legame…secondo te riusciremo a ritrovarci come persone?

    In realtà rifletto su questa cosa davvero spesso e non ti nascondo che mi spaventa molto. Negli ultimi anni siamo stati costretti ad un autoisolamento fisico ed emotivo che sicuramente ci porteremo nel tempo. La mia speranza però è di tornare prima o poi a vedere un abbraccio o anche semplicemente un concerto, come normalità, la cosa più grande che abbiamo perso negli ultimi anni.

  • Come è nata la canzone?

    Il brano è venuto a cercarmi un pomeriggio in studio. Non ricordo bene l'esatto momento in cui si è fatto vedere, ricordo però che veniva fuori in maniera molto naturale. Avevo bisogno di parlare di quella storia, ma non sentivo l'esigenza di farlo in modo totalmente triste. I ritornelli infatti, a differenza delle strofe, raccontano un momento molto tenero racchiuso dentro l'azione che forse ha subito più di tutti l'effetto della pandemia, l'abbraccio.

  • Come avete lavorato alla produzione?

    Ho avuto la fortuna di lavorare con Iacopo Sinigaglia che è riuscito a guardare oltre la maschera, oltre quel muro che costruisco ogni volta che devo vestire un mio brano con un produttore. La sfida è stata unire i nostri due mondi, l'elettronica ed il cantautorato. Non nego che inizialmente non è stato facile, ma posso dire che il risultato finale rispecchia esattamente la direzione che volevamo prendere.


  • Recentemente è uscito un altro brano molto importante: “Mondocane”. Ce ne vuoi parlare?

    Voglio molto bene a Mondocane, oltre che per il suo significato personale anche perché rappresenta l'inizio di un nuovo percorso, infatti è stato il primo singolo ad uscire dopo un anno di silenzio. E' un brano che descrive un momento strano della mia vita in cui avevo bisogno di togliere una persona dalla testa.
  • Con quale artista italiano ti piacerebbe collaborare?

    In Italia abbiamo la fortuna di avere artisti incredibili, probabilmente cosi su due piedi direi Samuele Bersani o Elisa. Ma in realtà anche molti altri.
  • Com’è stato il ritorno ai live?

    Tornare a salire sui palchi è stata la cosa che più mi ha fatto assaporare la normalità dopo questo assurdo periodo, ho suonato qualche giorno fà a Milano e nei prossimi mesi sarò in Abruzzo ed in Puglia. 

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Suspendisse varius enim in eros elementum tristique. Duis cursus, mi quis viverra ornare, eros dolor interdum nulla, ut commodo diam libero vitae erat. Aenean faucibus nibh et justo cursus id rutrum lorem imperdiet. Nunc ut sem vitae risus tristique posuere.

Nicholas Tasin
instagram icon
back to all posts