Enrico Ruggeri La Rivoluzione il disco sulla mia generazione

Esce venerdì 18 marzo "La Rivoluzione" il nuovo album di Enrico Ruggeri, un disco che parla di rapporti umani, di sogni adolescenziali.
  • Ciao Enrico e benvenuto su Brots! Come stai e come stai attraversando questa ripresa?

Sono operativo e lo sono sempre stato dai primi problemi legati ala pandemia; ho iniziato a scrivere un romanzo dopodiché mi sono dedicato alla musica in studio con la mia band alla ricerca di un “suono” senza scadenze particolari vista la situazione che stavamo vivendo.


  • Torni con un’ album importante che parla di vita e di come si entra in relazione con le vite altrui. Cosa rappresenta per te la parola “relazione” in questo album?

Relazione è tutto, tutto il mondo è relazione dall’amore all’odio. Costruiamo la nostra vita attraverso il modo con il quale ci relazioniamo con gli altri, nel bene e nel male. Tutte le canzoni parlano di relazione.


  • Nel brano “La fine del mondo” ci vedo la tenacia e voglia di combattere. Come è nato questo brano? 

E nato come tutti gli altri, con una fase chiave. Non ha nulla di apocalittico, la canzone dice “dimostrami che non è la fine del mondo” il mondo va avanti anche con noi e grazie a noi.


  • Nella title track (La rivoluzione) parli del passaggio dell’adolescenza alla vita adulta…credi sia un momento molto bello per l’umano?

E’ fondamentale, il momento delle grandi disillusioni, quando siamo adolescenti ci aspettiamo un modo che poi è diverso. Il passaggio fondamentale è quando da spettatore, diventi attore della tua vita. Non te ne accorgi ma in un momento sei diventato un adulto.


  • Questo album parla spesso di dolore in ogni forma diversa. (perdita, malattia, suicidio) Credi sia necessario parlare di dolore per “umanizzarlo”? 

Certamente, la vita non è solo feste e divertimento, va affrontata anche nei momenti più bui. La vita passa anche per i momenti più difficili e chi scrive canzoni ha il dovere di affrontare anche questi argomenti .


  • Quali sono i brani di questo disco che non vedi l’ora di portare live?

Bè è ancora presto per farmi questa domanda, ciò sono diversi brani quelli più vivaci, quelli più intensi. Staremo a vedere.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Suspendisse varius enim in eros elementum tristique. Duis cursus, mi quis viverra ornare, eros dolor interdum nulla, ut commodo diam libero vitae erat. Aenean faucibus nibh et justo cursus id rutrum lorem imperdiet. Nunc ut sem vitae risus tristique posuere.

Nicholas Tasin
instagram icon
back to all posts