followtheriver melbourne

"Melbourne"...Un viaggio tanto lungo e tanto difficile, e magari poi non è quello che desideriamo davvero. Forse…
  • Ciao, come stai e come stai attraversando questa ripresa?


Ciao! Grazie mille per la domanda e per l’intervista. Non saprei rispondere con certezza. Da un lato negli ultimi tempi mi sono concentrato molto sulla pubblicazione e sulla realizzazione di questi nuovi brani. Dall’altro, come penso molti altri, sono un po’ in questa sorta di “limbo” di tensione in cui si aspetta di capire come evolveranno le cose per ripartire davvero al massimo. Un po’ un elastico insomma!


  • “Melbourne” è il titolo del tuo singolo e non so’ il perché ma...l’immagine di dire “vorrei andare a Melbourne” è sempre attuale, ma poi in realtà non ci andremo mai. (O forse si)...E’ un po’ anche il significato del brano, giusto?


Direi proprio di sì! Melbourne in questo caso è un po’ la metafora di questo concetto: vogliamo partire e affrontare difficoltà per raggiungerla ma alla fine preferiamo farlo “per finta” perchè abbiamo paura che ci possa deludere o magari di non essere pronti ad affrontare il viaggio stesso.


  • Devo ammettere che mi hai davvero colpito: hai un modo fortemente internazionale di cantare: dove hai imparato ad essere così forte internazionalmente parlando?


Ti ringrazio molto per le belle parole! Sicuramente ascolto e ho sempre ascoltato tanti riferimenti che vengono da quel mondo (prevalentemente alt-folk nordamericano) e quindi ho assimilato tanto del modo “tecnico” di cantare e progettare melodie in quel modo. Inoltre la lingua inglese mi è sempre piaciuta e ho sempre trovato molta affinità, quindi quando ho deciso di intraprendere questo progetto in inglese ho cercato di essere il più “credibile” possibile.


  • Il collage è un modo romantico per comporre i pezzi e creare una nuova figura: ci vuoi raccontare l’idea della copertina?


La copertina mi piace da morire ed è stata realizzata da Francesca Sacco, un’artista genovese che ho scoperto per caso su Instagram. Mi sono subito innamorato del suo stile che ho trovato perfetto per esprimere l’idea di fondo del brano. Quindi nello sviluppo creativo della cover abbiamo seguito il concetto racchiuso nella canzone: partendo dalla città reale (foto e materiale di repertorio di questo caratteristico quartiere di Melbourne) siamo arrivati a costruire strato dopo strato questa città di carta perfetta, come volevamo noi. Ma comunque fittizia, diversa dalla realtà nel suo complesso.


  • Ci vuoi raccontare il lavoro che stai facendo con il tuo producer Federico Malandrino?


Io e Federico abbiamo collaborato per la produzione del mio primo EP in italiano circa dieci anni fa. Poi ci siamo persi di vista e ci siamo incontrati di nuovo un paio di anni fa a Torino. Abbiamo pensato di iniziare a suonare insieme dal vivo e io ho pensato di proporgli di tornare alla produzione di questi nuovi brani che sono stati pubblicati nel corso dell’ultimo anno. Insieme abbiamo esplorato e smussato ulteriormente il mio mondo di riferimento dalle melodie autunnali ed eteree aggiungendoci l’esperienza “elettronica” di Federico


  • La voglia di live è tanta, ed immagino che anche il “solo” poterlo fare in acoustic per noi sia per te una bella cosa. Quando saranno i tuoi prossimi impegni?


Sì, la voglia di suonare è davvero tanta, e anzi grazie per avermi dato la possibilità di poterlo fare anche se in via “telematica”. Per il momento non ho ancora impegni fissati o annunciati, ma stiamo lavorando affinchè possa tornare a suonare al più presto in tutti i contesti


  • Se dovessi lasciare un messaggio quale lasceresti per i nostri lettori di te? 


Mi piacerebbe sicuramente dire di seguire il fiume senza esitazioni se hanno trovato la corrente giusta per loro. E che se hanno voglia di ascoltare la mia musica, il modo migliore per farlo è aprire la finestra in un giorno di pioggia di inizio autunno e sentire il petricore che sale dalla terra appena bagnata. Le mie canzoni nascono proprio da lì.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Suspendisse varius enim in eros elementum tristique. Duis cursus, mi quis viverra ornare, eros dolor interdum nulla, ut commodo diam libero vitae erat. Aenean faucibus nibh et justo cursus id rutrum lorem imperdiet. Nunc ut sem vitae risus tristique posuere.

Nicholas Tasin
instagram icon
back to all posts