Matteo Faustini: il nuovo singolo "Il gobbo"

Matteo Faustini presenta il nuovo brano "il gobbo" e ci parla del prossimo album

Oggi intervistiamo Matteo Faustini che ci presenta il suo nuovo singolo “Il gobbo”, come stai e come stai attraversando questo periodo complicato per tutti noi?

Innanzitutto è un piacere essere qui! Si, è uscito il mio nuovo singolo “Il gobbo” che è uno dei brani a cui voglio più bene. In questo periodo nasco pantofolaio e muoio pantofolaio ed è un buon momento per stare a casa e scrivere tantissimo quindi sto cercando di trasformare le cose brutte e le cose belle attraverso la musica.

Due anni fa è uscito il tuo nuovo disco “Figli delle favole”, cosa rappresentano per te le favole?

Per me sono una chiave che utilizzo per comunicare dei concetti nella maniera più facile possibile alla mia persona. L’anno scorso è uscito questo album intitolato così dato che io mi reputo un figlio delle favole. La cosa più bella secondo me è riuscire a tornare bambini con la consapevolezza di un adulto e ho cercato di farlo attraverso le canzoni quindi accettare e rispettare il proprio io che è dentro di noi. Io utilizzo delle metafore fiabesche per comunicare dei credo in cui credo tantissimo in un modo che mi appartiene.

In quel disco è racchiusa “Nel bene e nel male” con cui hai partecipato a Sanremo Giovani? Che esperienza è stata quella?

Massacrante! E’ stato il terrore che abbraccia la gioia, un’opportunità pazzesca. Sai quando dicono che il treno della vita passa una volta sola? La verità è che mediamente di treni ne passano più di uno e difficilmente i treni sono in orario...il segreto è continuare ad accumulare bagagli mano a mano che si va avanti nella vita ma non aspettando ma accumulando bagagli. Tra un anno potrei coltivare orti ma ora sono grado di poter vivere di musica indipendentemente da questo periodo in cui non si guadagna niente ma finchè posso lo faccio e riesco a farlo grazie all’opportunità che Sanremo mi ha dato.

Di te mi colpisce molto la qualità dei video che presenti tra cui “Vorrei - La rabbia soffice”...quanto lavoro vi è stato dietro?

Ti ringrazio moltissimo! C’è stato moltissimo lavoro perché era il singolo successivo a quello di Sanremo quindi non si potevano utilizzare comparse, non ci si poteva vedere...la gente pensa che basti cliccare sul tasto play del video ma in verità dietro vi è un lavoro enorme perché devi riuscire a mettere d’accordo un sacco di teste per veicolare tutto però un conto è avere un idea e poi lavorarci sopra.

Matteo Faustini

E’ uscito il tuo nuovo singolo “Il gobbo” che parla di omofobia, bullismo, razzismo ecc;

Secondo te perché nel 2021 le persone hanno ancora tutto questo odio nei confronti delle minoranze?

Quello che penso è che la situazione andrà avanti ancora per molto perché parte da quando siamo piccoli. Secondo me non è cattiveria ma per me è ignoranza. Nel senso, essere ignoranti non è una colpa ma scegliere di rimanerlo si. Quindi, spesso, le cose che ci fanno paura sono quelle che non conosciamo quindi quando io non conosco una situazione ne ho paura e la giudico. C’è chi ha un carattere che giudica e basta, chi mette le mani addosso e ciò dipende molto dalle persone che ci circondano. Se tutti nascessimo in un contesto sociale sano il problema sano sparirebbe. Un giorno mi piacerebbe incontrare quelle persone e rispondere ad ogni accusa con la dialettica. Purtroppo la verità è che oltre all’ignoranza e alla paura non vuoi nemmeno conoscere ciò di cui hai paura.

Tra il resto per il videoclip hai collaborato con un grafico e bullistop, ci puoi raccontare come è andata?

Questo videoclip è stato realizzato con Luca Musumeci, bravissimo artista siciliano in collaborazione con Bullistop.

Guarda, io credo che potrei morire oggi perché lo sò, io non vivrò fino ad ottant’anni ed allora ho avuto l’intenzione di utilizzare tanti talenti per fare più bene quindi se ad una canzone aggiungi un impatto visivo e ad aumentare il livello del contenuto allora hai vinto.

E’ bello perché riesci a dare un peso a ciò che Bullistop fa e quindi è l’unire un mondo di talenti con lo stesso fine quindi abbiamo semplicemente deciso di prendere un contenuto ed elevarlo al quadrato.

Ho seguito le tue dirette instagram ed hai detto che per il tuo nuovo disco vorrai modernizzare le sonorità, vuoi raccontarci qualcosa di più?

Si, il disco è in super lavorazione e le canzoni ci sono quindi dobbiamo capire quali tenere e quali no. Vi è un lavoro dietro pazzesco, stiamo capendo con quale singolo uscire nel senso che ve ne sono cinque o sei che a nostro avviso potrebbero essere validi ma ci sono tanti dubbi sul contesto. A fine maggio con cosa si esce e con cosa no? Sono sicuramente brani con un sound più adulto e meno teen, ho usato altri tipi di metafore. Sicuramente i suoni saranno più moderni per quanto io lo possa essere (risata) in quanto rimango un melodico 2010 nell’anima. Non vedo l’ora di uscire con il primo singolo...in verità è già tutto registrato quindi se dovessi morire domani ho già tutto pronto per uscire!

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Suspendisse varius enim in eros elementum tristique. Duis cursus, mi quis viverra ornare, eros dolor interdum nulla, ut commodo diam libero vitae erat. Aenean faucibus nibh et justo cursus id rutrum lorem imperdiet. Nunc ut sem vitae risus tristique posuere.

instagram icon
back to all posts