Matteo Romano a Sanremo 2022 con 'Virale'

Matteo Romano, finalista di Sanremo Giovani, sarà in gara tra i Big dell'edizione 2022 col brano “Virale”

NICHOLAS:

Buongiorno a tutti e benvenuti su Brots, oggi sono in compagnia di Matteo Romano, che presenterà il suo nuovo singolo "Virale" al Festival di Sanremo.

Come stai e come stai attraversando questo periodo molto importante della tua vita?


MATTEO:

Molto bene in realtà, sono molto contento di quello che sto facendo e molto orgoglioso di come stiamo preparando il tutto. Sicuramente sento il peso del palco che andrò a calcare e sento che sarà un evento importante, quindi ho cercato di prepararmi al meglio e di essere il più pronto possibile, perché voglio veramente dimostrare il meglio di me e tirar fuori tutto quello che ho da dire.


NICHOLAS:

In un anno o poco più è successo di tutto perché sei partito da “Concedimi” e sei arrivato in pochissimo tempo su un palco così importante, tanto che ti ricordo che sui social idoleggiavi tanti artisti con i quali ora invece gareggerai.

Ti senti pronto per competere con dei mostri, come ad esempio Elisa o Mahmood, a distanza di un anno?


MATTEO:

Assolutamente, credo di aver fatto il mio percorso e di essere pronto a calcare un palco del genere. È ovvio che fa sempre paura, però questa cosa mi stimola, mi porta a voler far sempre meglio e a poter dire “sono qua insieme a tutte queste altre persone, so che sono passato da Sanremo giovani e che il mio posto me lo sono quindi meritato”. Detto ciò, sento veramente che il mio momento sia arrivato, senza dovermi necessariamente paragonare a tutti gli altri fantastici artisti che ci saranno quest'anno, penso che si tratti del top della musica italiana di questi ultimi anni, quindi sono contento di poter farne parte e mostrare ciò che ho da dire.


NICHOLAS:

Al Festival di Sanremo porti “Virale”, di cosa parla?


MATTEO:

Virale” è un brano di per sé che parla d'amore. Parla di come un sentimento, per quanto forte e caratterizzato da alti e bassi, giusto e sbagliato, possa essere talmente forte da non poter più uscire dalla testa. Parla di quanto un sentimento possa colpirci e rimanere, senza andarsene più. Possiamo dire che quindi è un po' la parte irrazionale di un sentimento, perché per quanto possiamo dire "non voglio che questa persona faccia parte della mia vita", in realtà poi il cuore ci dice tutt'altro. Si tratta quindi del sentimento che viene paragonato a una canzone che va in tendenza e che diventa virale, che non riesce più a uscirti dalla testa.


NICHOLAS:

Per il resto hai collaborato con un autore giovanissimo, Alessandro La Cava, che è una penna molto promettente nella scrittura italiana. Com'è stato lavorare con lui?


MATTEO:

È stato molto naturale e piacevole perché lui è ragazzo molto giovane, quindi ci troviamo molto anche per questioni generazionali, quindi è molto bello trovare un ragazzo del genere che soprattutto si interessa al lato umano dell'artista. Apprezzo sempre quando un autore, nel momento in cui si approccia ad un nuovo artista, fa così: lui si è veramente prestato al brano, faceva molte domande rispetto all'argomento, ma anche rispetto a come io mi sentivo in quel momento. In questo modo è riuscito anche a entrare un po' nel mio mondo, così facendo è uscita “Virale”, che secondo me possiamo dire che è una bella commissione tra tutte le sensibilità dell'autore e del produttore. Sono veramente contento.


NICHOLAS:

A Sanremo giovani hai presentato un altro brano "Testa e croce", che secondo me è un brano molto bello. Quanti lati ci saranno nel tuo futuro disco che eventualmente presenterai tra un po'?


MATTEO:

Ci saranno sicuramente nuovi lati di me, lo sfrutterò come modo di far conoscere ciò che ho fatto nell'ultimo anno e ciò che ho sperimentato; sono sicuramente cresciuto tantissimo in questo ultimo anno e mezzo di lavoro e di sperimentazione. Tutto questo è ciò che più mi rende orgoglioso, perché mi sento di poter dire di essere cresciuto e di poterlo dimostrare. Penso che quindi sarà sicuramente interessante e curioso mostrare questi nuovi lati oltre a "Concedimi".


NICHOLAS:

Al festival sarai accompagnato da una cantante meravigliosa, Malika Ayane, e insieme canterete una canzone leggendaria che è “Your Song”? Cos'è che ci possiamo aspettare?




MATTEO:

Sicuramente qualcosa di molto intimo ed emotivo, sarà una cover e una serata dedicata ad omaggiare Elton John più che a replicare la canzone. L'approccio sarà molto rispettoso e intimo. Malika è stata molto disponibile ad accettare l'invito e secondo me è una delle voci più belle del panorama italiano attuale, oltre che ad avere dei colori di voce che secondo me si sposano molto bene con la mia. Quindi sono veramente contento di questa opportunità e spero di poter creare un bel momento per chi lo seguirà da casa.


NICHOLAS:

Un'ultima curiosità: saranno previste anche delle date live dopo il Festival di Sanremo? Covid permettendo ovviamente.


MATTEO:

Certamente, io spero di sì anche se adesso al momento non c'è nulla di fissato e di preciso, però spero veramente di sì, anche perché non ho ancora avuto modo di confrontarmi con un pubblico che sia direttamente mio, quindi in realtà è una delle cose a cui punto di più: quella di finalmente condividere il palco e un momento con un pubblico che sia lì per me.


NICHOLAS:

Io ti ringrazio infinitamente per aver risposto alle nostre domande, sei stato gentilissimo e ti auguriamo un grande in bocca al lupo per il Festival!


MATTEO:

Grazie davvero, W IL LUPO!

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Suspendisse varius enim in eros elementum tristique. Duis cursus, mi quis viverra ornare, eros dolor interdum nulla, ut commodo diam libero vitae erat. Aenean faucibus nibh et justo cursus id rutrum lorem imperdiet. Nunc ut sem vitae risus tristique posuere.

Nicholas Tasin
instagram icon
back to all posts