Peter and the lost boys

Sei musicisti che hanno trovato insieme una casa lontano da casa a Monaco.

  • Hi guys, how are you and how are you going through this period?
  • Ciao ragazzi, come state e come state attraversando questo periodo?

We go through this period with mixed feelings. On the one hand it was possible for us to record some stuff and really dig into our music, concentrate on how we want to sound and want we want to achieve, on the other hand all this planning ends in a dead end, because not many aspiring bands get any attention. Most of the live gigs are booked and sold out by bigger bands and of course nobody wants to promote artists that don’t get good gigs. So probably it’s harder than ever to find labels, promoters or gigs to play. But we won’t lose our spirit and face every challenge on our journey as good as we can. We give each other hope in the darkness so we will see the light. 


Attraversiamo questo periodo con sentimenti contrastanti. Da un lato è stato possibile per noi registrare un po' di roba e scavare veramente nella nostra musica, concentrarci su come vogliamo suonare e vogliamo raggiungere, dall'altro lato tutta questa pianificazione finisce in un vicolo cieco, perché non molte aspiranti band ottengono alcuna attenzione. La maggior parte dei concerti dal vivo sono prenotati e venduti da band più grandi e naturalmente nessuno vuole promuovere artisti che non ottengono buoni concerti. Quindi probabilmente è più difficile che mai trovare etichette, promotori o concerti per suonare. Ma non perderemo il nostro spirito e affronteremo ogni sfida nel nostro viaggio meglio che possiamo. Ci diamo speranza a vicenda nell'oscurità, così vedremo la luce. 


  • Peter and the lost boys: who are the "lost boys”?
  • Peter and the lost boys: chi sono I  "lost boys”?


We are six musicians who have found a home away from home together in Munich. Now we have decided to go on a journey to share a new home-grown folk attitude. We process the feeling of being lost in the world, the longing for freedom and the search for a home. Between the lines there is an indignation towards those who would cast us aside, as well as a sense celebration that only folk can evoke. Added together with stampable rhythms and catchy melodies, any time spent with the Lost Boys is guaranteed to be a party!


Siamo sei musicisti che hanno trovato una casa lontano da casa a Monaco. Ora abbiamo deciso di intraprendere un viaggio per condividere una nuova attitudine folk fatta in casa. Elaboriamo la sensazione di essere persi nel mondo, il desiderio di libertà e la ricerca di una casa. Tra le righe c'è un'indignazione verso coloro che ci metterebbero da parte, così come un senso di celebrazione che solo il folk può evocare. Se si aggiungono i ritmi incalzanti e le melodie orecchiabili, ogni momento trascorso con i Lost Boys è garantito per essere una festa!


  • You are inspired by bands like Mumford & Sons, but what is the distinctive sound you aim to achieve?
  • Vi ispirate a band come i Mumford & Sons, ma qual è il suono distintivo che volete ottenere?

The most important thing for our music is that we follow the rules and roots of Folk Music. It has to be easy, so everyone can play along, but the songs also got to be catchy, to sing along and remember them. They should pop into your head on a long drive or when you’re at home and feel secure. Something that gives you shelter and reminds you of a home or maybe creates it, even on the road or in moments of uncertainty. Additionally we use elements of choir harmonies to enrich the sound of distinctive important parts. Furthermore we take the best of Bluegrass and a little bit of Punk Rock and mix it all together to a combination we hope you enjoy listening to as much as we playing it. 


La cosa più importante per la nostra musica è che seguiamo le regole e le radici della musica popolare. Deve essere facile, in modo che tutti possano suonare insieme, ma le canzoni devono anche essere orecchiabili, per cantare insieme e ricordarle. Devono venirti in mente durante un lungo viaggio in auto o quando sei a casa e ti senti sicuro. Qualcosa che ti dà riparo e ti ricorda una casa o forse la crea, anche sulla strada o nei momenti di incertezza. Inoltre usiamo elementi di armonie corali per arricchire il suono di parti importanti distinte. Inoltre prendiamo il meglio del Bluegrass e un po' di Punk Rock e mescoliamo il tutto in una combinazione che speriamo vi piaccia ascoltare tanto quanto noi che la suoniamo.


  • You have integrated new members during the pandemic: how difficult it was to search for new members?
  • Avete integrato nuovi membri durante la pandemia: quanto è stato difficile cercare nuovi membri?

Thanks to social media and some connections to other musicians or the music theatre that we had, it wasn’t too difficult to search for new members, find or contact them. The main problem was that we could only meet outside at the beginning, that we couldn’t rehearse or grow together not just as a band but also as friends by going out. This is the reason why we really focused on our music when we were allowed to rehearse again and we saw quite quickly, how well we harmonized, not just musically but also personally. The idea grew more and more to record an album together, only three months after we recorded our first EP and just two months of knowing each other. It was quite the challenge but we managed it and this was only possible, because everyone in the band knows where he can rely on the others and everyone is there to help and support each other. 


Grazie ai social media e ad alcune connessioni con altri musicisti o con il teatro musicale che avevamo, non è stato troppo difficile cercare nuovi membri, trovarli o contattarli. Il problema principale era che all'inizio potevamo incontrarci solo fuori, che non potevamo provare o crescere insieme non solo come band ma anche come amici uscendo. Questa è la ragione per cui ci siamo davvero concentrati sulla nostra musica quando ci è stato permesso di provare di nuovo e abbiamo visto abbastanza rapidamente quanto bene ci armonizzavamo, non solo musicalmente ma anche personalmente. L'idea è cresciuta sempre di più di registrare un album insieme, solo tre mesi dopo aver registrato il nostro primo EP e solo due mesi di conoscenza reciproca. È stata una bella sfida ma ci siamo riusciti e questo è stato possibile solo perché ognuno nella band sa dove può contare sugli altri e tutti sono lì per aiutarsi e sostenersi a vicenda. 


  • If you had to introduce each of you how would you describe yourselves?
  • Se doveste presentare ognuno di voi, come vi descrivereste?

It’s always hard to write something like that down in a few words or sentences, because the feeling remains, you didn’t do the person you’ve described any justice. Caro and Alex have written a personal description of every band member which you can find on our homepage www.peterandthelostboys.com


È sempre difficile scrivere qualcosa del genere in poche parole o frasi, perché la sensazione rimane, non hai reso giustizia alla persona che hai descritto. Caro e Alex hanno scritto una descrizione personale di ogni membro della band che potete trovare sulla nostra homepage www.peterandthelostboys.com. 



Stefan Bischoff


Stefan joined us in September 2020 on the Piano and with his voice to add a fourth harmony. The trained singer makes his living at the Gärtnerplatztheater in Munich, but in his free time he decided to support us with his amazing singing voice, that harmonises perfectly with Carolines, Peters and Alex‘. His humor and kind personality are an enrichment for the whole band. Moreover he evens the odds for the bavarians in the band, so now it’s 3:3.

We are always happy to weave his ideas into our songs and him being part of the creative process. Music is very important to him, that’s why he doesn’t like to be unprepared and spends hours of figuring out, rehearsing and listening to all kinds of music, just to get it the way he is happy with. Stefan is a dedicated and ambitious person who will do anything to bring the ideas in his head to life. He is not just a musician we enjoy to work with, he is also a good friend you can grab a beer with. Or more beers. Most definitely more beers. We are very happy to make music with such a talented person and are looking forward to play some live gigs with him again, because afterwards he is always up for a drink. Always. Like literally always.


Stefan si è unito a noi nel settembre 2020 al pianoforte e con la sua voce per aggiungere una quarta armonia. Il cantante di formazione si guadagna da vivere al Gärtnerplatztheater di Monaco, ma nel suo tempo libero ha deciso di sostenerci con la sua incredibile voce, che si armonizza perfettamente con Caroline, Peters e Alex. Il suo umorismo e la sua personalità gentile sono un arricchimento per tutta la band. Inoltre pareggia le probabilità per i bavaresi nella band, così ora sono 3:3.

Siamo sempre felici di intrecciare le sue idee nelle nostre canzoni e che lui faccia parte del processo creativo. La musica è molto importante per lui, ecco perché non gli piace essere impreparato e trascorre ore a pensare, provare e ascoltare tutti i tipi di musica, solo per ottenere il modo in cui è soddisfatto. Stefan è una persona dedicata e ambiziosa che farà di tutto per dare vita alle idee che ha in testa. Non è solo un musicista con cui ci piace lavorare, è anche un buon amico con cui puoi prendere una birra. O più birre. Sicuramente più birre. Siamo molto felici di fare musica con una persona così talentuosa e non vediamo l'ora di suonare di nuovo qualche concerto dal vivo con lui, perché dopo è sempre pronto per un drink. Sempre. Come letteralmente sempre.


Markus Tappe

Markus is the most recent member of the band and because we wanted to have some brass sounds on the album, he learned the songs and thought of some great lines to play in the shortest amount of time imaginable. We were overwhelmed by his skills there and feeling for music that allowed him not just to play everything very fast but also precisely, accurate and with a lot of emotions. This level of perfection he gained among other things as a junior student of Prof. Max Sommerhalder at HfM Detmold. He is one of the most humble people you’ll ever meet, even if there is no reason for him to be. He doesn’t like to put himself in the centre of attention like some other bandmembers (Alex), but when he starts to play, he involuntarily will draw the attention to his instrument. There are so much emotions in his way of understanding and therefore playing the trumpet that at some point it could break your heart. Just as a fair warning. Markus further and more importantly is a father of a wonderful child he cares about so much and his way of looking after his family is what makes him a special, strong and determined human being. Even though he has a lot plates to spin he always makes time for everyone without dissapointing at the same time. Besides he’s mentoring about 35 students, knows how to create websites, has a very fine hearing, is able to record and edit and aside from all of that still full of suprises. There is a lot to say about this man, but he says it best when he plays his instrument of choice.


Markus è il membro più recente della band e poiché volevamo avere alcuni suoni di ottoni sull'album, ha imparato le canzoni e ha pensato ad alcune grandi linee da suonare nel più breve tempo immaginabile. Siamo stati sopraffatti dalla sua abilità lì e dal suo sentimento per la musica che gli ha permesso non solo di suonare tutto molto velocemente ma anche in modo preciso, accurato e con un sacco di emozioni. Questo livello di perfezione l'ha ottenuto tra l'altro come studente junior del Prof. Max Sommerhalder alla HfM Detmold. È una delle persone più umili che incontrerete, anche se non ha motivo di esserlo. Non gli piace mettersi al centro dell'attenzione come alcuni altri membri della band (Alex), ma quando inizia a suonare, involontariamente attira l'attenzione sul suo strumento. Ci sono così tante emozioni nel suo modo di intendere e quindi di suonare la tromba che ad un certo punto potrebbe spezzarti il cuore. Solo come avvertimento. Markus inoltre e più importante è un padre di un bambino meraviglioso a cui tiene così tanto e il suo modo di prendersi cura della sua famiglia è ciò che lo rende un essere umano speciale, forte e determinato. Anche se ha un sacco di piatti da far girare, trova sempre il tempo per tutti senza deludere allo stesso tempo. Inoltre è il mentore di circa 35 studenti, sa come creare siti web, ha un udito molto fine, è in grado di registrare e modificare e a parte tutto questo è ancora pieno di sorprese. C'è molto da dire su quest'uomo, ma lo dice meglio quando suona il suo strumento preferito.



Caro Kelley

Caroline is part of the band since May 2020 and added more depth to the songs with her banjo. Originally she showed her talent as a pianist and singer on the stages of the world and still does, but since two years now she has also dedicated herself to the banjo. And it’s not just her unique way of playing, as well as her absolutely overwhelming singing voice that complements our harmonies and overall sound. Also she has one of her own songs on the album where she sings the lead vocals. Male and female voices often split the audience into two parties. Those who adore it and those who aren’t big fans. But with Caroline everyone is one the same page. Because her voice and the way she uses it is just fantastic. We are very happy that she decided to allow us as a Band to perform her song “Waves” on the album, because she is not just an outstanding performer, aside from that she is a great songwriter. Furthermore she could fulfil her dream of busking in the streets of Munich with the band and we hope to do that again as soon as possible. As the only female member of the band she has to put up with a lot, but she is one of the toughest, most straight forward and also funniest persons we have met, which made it very easy for her to find her place.

So shout out for a wonderful person and musician.

Caroline fa parte della band da maggio 2020 e ha aggiunto più profondità alle canzoni con il suo banjo. Originariamente ha mostrato il suo talento come pianista e cantante sui palchi del mondo e lo fa ancora, ma da due anni a questa parte si è dedicata anche al banjo. E non è solo il suo modo unico di suonare, ma anche la sua voce canora assolutamente travolgente che completa le nostre armonie e il suono complessivo. Anche lei ha una delle sue canzoni sull'album dove canta la voce principale. Le voci maschili e femminili spesso dividono il pubblico in due parti. Quelli che la adorano e quelli che non sono grandi fan. Ma con Caroline tutti sono sulla stessa pagina. Perché la sua voce e il modo in cui la usa è semplicemente fantastico. Siamo molto felici che lei abbia deciso di permetterci come band di eseguire la sua canzone "Waves" nell'album, perché lei non è solo un'eccezionale interprete, oltre a questo è una grande autrice di canzoni. Inoltre ha potuto realizzare il suo sogno di suonare per le strade di Monaco con la band e speriamo di poterlo fare di nuovo il più presto possibile. Come unico membro femminile della band ha dovuto sopportare molto, ma è una delle persone più dure, più dirette e anche più divertenti che abbiamo incontrato, il che ha reso molto facile per lei trovare il suo posto.

Quindi un grande applauso per una persona e musicista meravigliosa.



Julius Frick

Another lost boy. This is the portrait of one of the most handsome men. Our bass player Julius Frick. A real Jack of all trades. He plays Piano, drums, harmonica, guitar and bass. With his 24 years he plays more instruments than other people their whole live. He started to play guitar when he was six years old and moved from Koblenz to Munich four years ago, when he started his studies in aerospace engineering. So he is not just good looking, he’s also smart. The whole package.

You can understand by looking at him while he plays, how Julius doesn’t just play music, but rather how he feels it. He is almost always on point like a living metronome and his fingers smoothly glide over the frets until he has found the perfect line, everyone is happy with. Which doesn’t take too much time at all.

He has a quiet personality that could give the impression, he likes to be a loner, but deep waters run still. Julius is always there for others, very companiable and thus a beloved party guest. Out of nowhere he can come up with a one liner everyone enjoys and all he does afterwards is keeping on being awesome, because this guy is as sharp as a knife and as cool as an ice cube.

This man is a terrific, witty, funny, kind and clever person with whom it is an honour to share the stage, time and a few beers.


Un altro ragazzo perso. Questo è il ritratto di uno degli uomini più belli. Il nostro bassista Julius Frick. Un vero Jack di tutti i mestieri. Suona il piano, la batteria, l'armonica, la chitarra e il basso. Con i suoi 24 anni suona più strumenti che altre persone in tutta la loro vita. Ha iniziato a suonare la chitarra quando aveva sei anni e si è trasferito da Coblenza a Monaco quattro anni fa, quando ha iniziato i suoi studi in ingegneria aerospaziale. Quindi non è solo bello, è anche intelligente. Il pacchetto completo.

Si può capire, guardandolo mentre suona, come Julius non si limiti a suonare la musica, ma come la senta. È quasi sempre in punto come un metronomo vivente e le sue dita scivolano dolcemente sui tasti finché non ha trovato la linea perfetta, di cui tutti sono contenti. Il che non richiede affatto troppo tempo.

Ha una personalità tranquilla che potrebbe dare l'impressione che gli piaccia essere un solitario, ma le acque profonde scorrono ancora. Julius è sempre presente per gli altri, molto companiabile e quindi un amato ospite delle feste. Dal nulla può uscirsene con una battuta che piace a tutti e tutto quello che fa dopo è continuare ad essere fantastico, perché questo ragazzo è tagliente come un coltello e freddo come un cubetto di ghiaccio.

Quest'uomo è una persona fantastica, spiritosa, divertente, gentile e intelligente con cui è un onore condividere il palco, il tempo e qualche birra.


Peter Büttner

Peter is one of the main reasons this bands exists. Without him, there would just be a lost boy, stumbling around in the dark without knowing where his journey would take him. But Peter gave him purpose, direction and meaning.

The voices of him and Alex already met in Regensburg when they had a little band together with one gig. They lost sight of each other and reconnected in Munich, where they started to make music together again. Peters voice gave Alex so much confidence. His vast knowledge of choir arrangements made it easy for him to find the perfect harmony to every song, which was good for the original Lost Boy, to try out different things and find his style of singing. Peter hasn’t played the violin in many years and was uncertain at the beginning, if he should bring this instrument back to live. But gladly he did. His unique way if playing gave us a special folky sound that makes you think of Ireland, Britain or America and all the places you would connect with a desire for music and nature. That’s why he is still able to surprise everyone at the rehearsals with what he comes up. We can’t count how often we all had goosebumps during the solo of gone or when his voice comes in and completes the rest oft he harmonies. On top of this his creative mind always helped shaping the songs into the form they are now. The version now of “I See Your Light” or „Dancing With Your Ghost“ was utterly different than the first raw draft.

Sometimes he doesn’t know how important he is, not just for the band as a musician, but additionaly for everyone personally and the people who’s life’s he touches in any way. His positive attitude and his jokes can take the pain away and make you smile, even if you don’t feel like it. But he doesn’t force it, it just happens.

He is one of the laziest, but also most brilliant people and nobody has deserved it more, because aside from that he is also a humble person that can’t deal to well with compliments. Even though he deserves much more than could be written in this short text.


Peter è una delle ragioni principali per cui questo gruppo esiste. Senza di lui, ci sarebbe solo un ragazzo perso, che inciampa nel buio senza sapere dove lo porterà il suo viaggio. Ma Peter gli ha dato uno scopo, una direzione e un significato.

Le voci di lui e Alex si sono già incontrate a Regensburg quando avevano una piccola band insieme con un solo concerto. Si sono persi di vista e si sono ricongiunti a Monaco, dove hanno iniziato a fare musica insieme di nuovo. La voce di Peters ha dato molta fiducia ad Alex. La sua vasta conoscenza degli arrangiamenti dei cori gli ha reso facile trovare l'armonia perfetta per ogni canzone, il che è stato un bene per il Lost Boy originale, per provare cose diverse e trovare il suo stile di canto. Peter non ha suonato il violino per molti anni ed era incerto all'inizio, se doveva riportare questo strumento dal vivo. Ma l'ha fatto volentieri. Il suo modo unico di suonare ci ha dato uno speciale suono folcloristico che ti fa pensare all'Irlanda, alla Gran Bretagna o all'America e a tutti i luoghi che si collegano con il desiderio di musica e natura. Ecco perché è ancora in grado di sorprendere tutti alle prove con quello che si inventa. Non possiamo contare quante volte abbiamo avuto la pelle d'oca durante l'assolo di gone o quando la sua voce entra e completa il resto delle armonie. Oltre a questo la sua mente creativa ha sempre aiutato a modellare le canzoni nella forma in cui sono ora. La versione attuale di "I See Your Light" o "Dancing With Your Ghost" era completamente diversa dalla prima bozza grezza.

A volte non sa quanto sia importante, non solo per la band come musicista, ma anche per tutti personalmente e per le persone che toccano la sua vita in qualche modo. Il suo atteggiamento positivo e le sue battute possono togliere il dolore e farti sorridere, anche se non ne hai voglia. Ma non lo forza, succede e basta.

È una delle persone più pigre, ma anche più brillanti e nessuno l'ha meritato di più, perché oltre a questo è anche una persona umile che non sa gestire bene i complimenti. Anche se merita molto di più di quanto si possa scrivere in questo breve testo.



Alexander Weindl

Without our last member, there would be no band. We want to finally introduce the man behind the songs (and the Instagram posts), Alex! Alex is our front man and the glue that holds it all together. In December 2018, Alex formed the band as a duo with Peter, calling themselves Peter and the Lost Boy. This spring, he decided to expand the band and added the rest of us, and so we became Peter and the Lost Boys.

Alex has been playing guitar for nearly 20 years and has been writing songs for the last 10. Some of the songs on our upcoming EP have been floating around in his head for years, and they mean a lot both to him and to anyone who hears them. He is an absolute songwriting machine and comes to most band rehearsals with a handful of new songs to try out, most of them bangers. Alex is the motivation behind the band and everything we put out – the raw emotion behind the songs, the searing vocals, our artistic image. He is our dear leader, and even more so because he always cares what we have to say and listens so intently to our suggestions and ideas.

Anything that we as a band achieve will be because Alex puts his heart and soul into everything he does, from the lyrics of his songs to the friendships formed within the band. When the world opens up again, we are excited to see into what adventure he will lead the Lost Boys.


Senza il nostro ultimo membro, non ci sarebbe nessuna band. Vogliamo finalmente presentare l'uomo dietro le canzoni (e i post di Instagram), Alex! Alex è il nostro frontman e il collante che tiene tutto insieme. Nel dicembre 2018, Alex ha formato la band come duo con Peter, chiamandosi Peter and the Lost Boy. Questa primavera, ha deciso di espandere la band e ha aggiunto il resto di noi, e così siamo diventati Peter and the Lost Boys.

Alex suona la chitarra da quasi 20 anni e scrive canzoni da 10. Alcune delle canzoni del nostro prossimo EP sono state nella sua testa per anni, e significano molto sia per lui che per chiunque le ascolti. È un'assoluta macchina da scrivere e arriva alla maggior parte delle prove della band con una manciata di nuove canzoni da provare, la maggior parte delle quali sono dei bangers. Alex è la motivazione dietro la band e tutto quello che facciamo - l'emozione cruda dietro le canzoni, le voci ardenti, la nostra immagine artistica. È il nostro caro leader, e lo è ancora di più perché si preoccupa sempre di quello che abbiamo da dire e ascolta così intensamente i nostri suggerimenti e le nostre idee.

Tutto ciò che noi come band raggiungeremo sarà perché Alex mette il suo cuore e la sua anima in tutto ciò che fa, dai testi delle sue canzoni alle amicizie formatesi all'interno della band. Quando il mondo si aprirà di nuovo, non vediamo l'ora di vedere in quale avventura condurrà i Lost Boys.


  • In 2020 you also released your first EP: would you like to tell us something about it?
  • Nel 2020 hai anche pubblicato il tuo primo EP: vuoi dirci qualcosa al riguardo?

Our first EP “Gone” in 2020 was just recorded by Peter and Alex. At the beginning it was just the two of them. The sound is a little rawer and everything is quite reduced just to a few instruments they played. It’s mostly Guitar, Violin, Percussions and two harmonies. After that they realized there are many moments in the tracks where a band should come in and make it sound more pompous and fuller. They knew, there was room for more, which was filled by the rest of the band just perfectly. On our CD and Vinyls you can listen to the new versions of all the songs, because we rearranged and rerecorded them in 2021 and also recorded some new songs along the way to make an whole album. 


Il nostro primo EP "Gone" nel 2020 è stato appena registrato da Peter e Alex. All'inizio erano solo loro due. Il suono è un po' più grezzo e tutto è abbastanza ridotto a pochi strumenti che hanno suonato. Sono soprattutto chitarra, violino, percussioni e due armonie. Dopo di che si sono resi conto che ci sono molti momenti nei brani in cui una band dovrebbe entrare e rendere il suono più pomposo e pieno. Sapevano che c'era spazio per altro, che è stato riempito dal resto della band in modo perfetto. Sul nostro CD e sui vinili puoi ascoltare le nuove versioni di tutte le canzoni, perché le abbiamo riarrangiate e riregistrate nel 2021 e abbiamo anche registrato alcune nuove canzoni lungo la strada per fare un intero album. 


  • Which is your favorite track of your repertoire and why?
  • Qual è il tuo brano preferito del tuo repertorio e perché?

There are a lot of songs we love to play, be it a cover or one of our very own songs. And it’s hard again to differentiate in each category. Unfortunately this question is tough to answer briefly, because there are many different types of emotions that go along with each song which we all equally cherish. The most fun cover song to play is ‘Hot N Cold’ from Katy Perry because people usually don’t expect it from us. But they sing along with our version and have a good time. Another great cover is ‘Will The Circle Be Unbroken’, a traditional American folk song, which a lot of people know, but rarely heard during a live show. And our favorite originals are ‘Dancing With Your Ghost’ and ‘I’ll Be Home’. Dancing is quite stompy and catchy, but also very melancholic and sad in it’s own way, which makes it good to get some negative emotions of loss and grieve out of you by singing the chorus with all your might. ‘I’ll Be Home’ instead is a very beautiful  and – at first – quiet duet, where we want people to come together and feel that they are not alone in this. 


Ci sono molte canzoni che amiamo suonare, che sia una cover o una delle nostre canzoni. Ed è di nuovo difficile distinguere in ogni categoria. Purtroppo è difficile rispondere brevemente a questa domanda, perché ci sono molti tipi diversi di emozioni che accompagnano ogni canzone che tutti noi amiamo allo stesso modo. La cover più divertente da suonare è 'Hot N Cold' di Katy Perry perché la gente di solito non se l'aspetta da noi. Ma cantano con la nostra versione e si divertono. Un'altra grande cover è 'Will The Circle Be Unbroken', una tradizionale canzone folk americana, che molte persone conoscono, ma che raramente si sente durante un live. E i nostri originali preferiti sono 'Dancing With Your Ghost' e 'I'll Be Home'. Dancing è abbastanza stompy e orecchiabile, ma anche molto malinconica e triste a modo suo, il che la rende buona per tirar fuori da te alcune emozioni negative di perdita e lutto cantando il ritornello con tutte le tue forze. 'I'll Be Home' invece è un duetto molto bello e - all'inizio - tranquillo, dove vogliamo che le persone si uniscano e sentano che non sono sole in questo. 



  • A nice anecdote from your concerts?
  • Un bell'aneddoto dai tuoi concerti?

When we played a concert during the COVID lockdown (we were able to play and not breaking any rules) in the streets of Munich it was a very humbling and unbelievable to see how many people stopped who coincidentally came by. We were very proud to be a part or maybe even the reason, how experiencing live music again lifted and kindled their spirits.


Quando abbiamo suonato un concerto durante la chiusura di COVID (abbiamo potuto suonare e non abbiamo infranto alcuna regola) nelle strade di Monaco di Baviera è stato molto umile e incredibile vedere quante persone si sono fermate che casualmente passavano di lì. Eravamo molto orgogliosi di essere una parte o forse anche la ragione, come sperimentare di nuovo la musica dal vivo ha sollevato e acceso i loro spiriti.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Suspendisse varius enim in eros elementum tristique. Duis cursus, mi quis viverra ornare, eros dolor interdum nulla, ut commodo diam libero vitae erat. Aenean faucibus nibh et justo cursus id rutrum lorem imperdiet. Nunc ut sem vitae risus tristique posuere.

instagram icon
back to all posts