Samia volume spento piove

“Volume Spento” e “Piove” sono il mio manifesto per presentarmi al mondo.
  • Ciao, come stai e come stai attraversando questa ripresa?

Ciao! In questo periodo mi sento bene, sono molto concentrata su me stessa sia per quanto riguarda il "tenere a bada" la mia salute mentale, che di questi tempi è necessario, sia per tutto il lavoro che stiamo facendo sulle canzoni. Poi il periodo covid mi ha fatto conoscere gli attacchi di panico, che all'inizio non ho preso molto bene ma poi ho deciso di sfruttare questa cosa per conoscermi e capirmi meglio. La musica mi sta aiutando molto in questo processo terapeutico diciamo.


  • Se dovessi presentarti a chi non ti conosce come lo faresti?

Turbolenta, ironica, irrequieta e folle.

Sicuramente sono una persona che chiama le cose con il proprio nome, anche se, a volte questo può creare una sorta di "shock". In verità adoro usare parole che alle persone non piace sentire, magari perché troppo forti o troppo dure o troppo esagerate. Un esempio è PARANOIA, che utilizzo nel brano "Volume spento". Questa parola se la si utilizza nel suo vero ed autentico significato crea fastidio. A nessuno piacere essere considerato paranoico, anche perché è una psicosi, un delirio cronico,  ma viene utilizzato in modo superficiale troppo spesso (es. "sto in paranoia"; "dai, sono solo paranoie!"; ho le "pare.").

Per il resto sono una persona che non ama le linee dritte, non amo le cose abitudinarie. Ho bisogno di fare cose diverse e di avere continui stimoli. Sono un irrequieta che però ama stare comoda nelle sue "bolle di coscienza".


  • Noto in te un modo di approcciarsi alla musica molto internazionale: cosa ti influenza nella scrittura?

Le mie influenze musicali sono molto disparate. Vanno da un Lionel Richie a Little Simz, Janelle Monáe, Jacob Collier. Adoro gli Alt-J e i Son Lux. Quando ho bisogno di leggerezza e un po di funk metto i VULFPECK. Ah, e sono una "groupie" di Childish Gambino.



  • ”Volume spento” è in realtà un invito ad accendere il volume: ci vuoi raccontare?

Più  che altro è un invito a parlare, a non tenersi le cose dentro ma buttarle fuori, anche quando crediamo di non avere le parole giuste o abbiamo paura di non esprimerci bene o magari di non essere capiti. Il silenzio può creare incomprensioni e di certo non porta a cambiamenti ("e se restiamo zitti c'è sempre la stessa aria"). Parlare, alzare il volume sono armi che possono rompere il sistema.



  • “Piove” è un brano che richiama la bellezza della pioggia dei finestrini. E’ un scenario molto più profondo di quello che si pensa perché ci connette a noi stessi. Sei d’accordo?

Beh sì, c'è questo scenario della pioggia, un autobus che diventa un luogo di coscienza, dove poi avviene una presa di posizione nei confronti di noi stessi. Noi esseri umani siamo molto bravi a dare la colpa al nostro passato, o ai nostri genitori "perché se mi avessero cresciuto diversamente...", o allo stress, alla società che "se le cose andassero meglio...". In realtà siamo noi e solo noi che possiamo amarci, valorizzarci, rispettarci, portarci a raggiungere risultati ed obiettivi. Non è blasfemia, ma siamo noi il dio di noi stessi, siamo solo noi che possiamo perderci o salvarci.


  • Immagino che questo sia un progetto a più ampio respiro...cosa ci sarà nel tuo futuro?

Non amo farmi idee sul futuro, mi mette ansia! Credo che il futuro sta nelle azioni che compiamo ogni giorno. Ad ogni azione corrisponde una reazione, quella reazione sarà il mio futuro, quindi tocca fare ottime azioni, funzionali e di cuore.

Di certo la mia speranza è che ci siano tante canzoni nuove (ce ne sono già in effetti alcune, e non vedo l'ora di farvele ascoltare), live, collaborazioni e crescita sicuramente, perché senza crescita non c'è futuro.


  • Ci saranno appuntamenti live?

Sicuramente. Vi aggiornerò tramite i miei canali ufficiali. E' una gioia vedere che le cose per il mondo dello spettacolo si stiano riprendendo. Non vedo l'ora di partecipare anch'io a questa rinascita e dare le parti più preziose di me.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Suspendisse varius enim in eros elementum tristique. Duis cursus, mi quis viverra ornare, eros dolor interdum nulla, ut commodo diam libero vitae erat. Aenean faucibus nibh et justo cursus id rutrum lorem imperdiet. Nunc ut sem vitae risus tristique posuere.

Nicholas Tasin
instagram icon
back to all posts