Tazenda, Antìstasis è il nuovo album

Tazenda, “Antìstasis”: l'importanza delle proprie radici tra equilibrio ed empatia
  • Ciao ragazzi, come state e come avete attraversato questo periodo complesso per tutti noi?

Abbiamo scoperto che il tempo si allunga o si accorcia in base a quello che facciamo. Facendo musica, componendo, arrangiando e suonando in sala prove, il tempo diventa piccolo piccolo e passa in un soffio. Se ci lamentiamo e ci sentiamo vittime delle circostanze allora il tempo si mostra infinito, noioso e vuoto. Abbiamo scelto la prima possibilità.

 

  • In “Antistasis” si sente tantissimo la voglia di ritornare giovani: quanto sono contate le influenze di quando eravate adolescenti?

The Beach Boys, The Mamas & The Papas, Beatles, ma anche il Progressive degli anni settanta sono stati un grande rigurgito che ha influenzato la nostra creatività. Ascoltando bene in cuffia il lavoro si possono scorgere tratti dei Genesis nelle chitarre e nelle tastiere. Quando questo accade naturalmente è bellissimo lasciarsi naufragare nel mare delle vecchie frequentazioni da teenager drogati di musica per 24 ore al giorno.

 

  • “Splenda” è un messaggio di leggerezza dopo un periodo per il mondo intero molto pesante e complesso. Quanto desiderate essere il raggio di sole nella vacanza estiva delle persone che vi ascoltano?

Non siamo esattamente perfetti per le hit estive. In questo brano l’estate rappresenta un amico che ti tende la mano in un periodo di brutti pensieri. Però è anche vero che dietro un testo profondo ci può essere un pezzo potenzialmente summer killer. Vedi “A wonderful summer in a solitary beach" di Battiato. Comunque ben venga ogni raggio di sole che parte da noi e arriva agli altri. Bello essere il sole per qualcuno, no?

 

  • Il video parla di rispetto, amicizia e solidarietà. Quanto, dopo tutto quello che è successo, è fondamentale che questi valori vengano recuperati?

L’idea del videoclip è quella di trasporre il concetto di aiuto nel mondo della natura, tra animali, luoghi ameni e tutto ciò che di bello si può preservare e difendere. La bambina rappresenta la purezza naif, una sorta di modello ormai consolidato di Greta Thumberg. Il mutuo soccorso naturale che nella creazione trovo il suo respiro naturale.

 

  • 20 dischi: avete fatto la storia della musica italiana, come è il dormire con questa consapevolezza?

La consapevolezza per definizione non va d’accordo con il “dormire”. Non possiamo permetterci di cullarci nei ricordi perché l’effetto adagiarsi è sempre in agguato. Quindi occorre sempre una grande dose di umiltà, ascoltare nuova musica e prendere le distanze dalla pigrizia creativa e realizzativa. Siamo sempre molto gratificati dalla stima che ci tributano i colleghi e voi della stampa specializzata. Quindi non possiamo permetterci di deludervi.


  • Quali saranno i vostri prossimi impegni live?

Dopo quello che è successo, la voglia è talmente alle stelle che suoneremo dovunque. Per fortuna nessuno si è dimenticato di noi. Abbiamo già tanti concerti in programma e ce li assaporeremo come non mai. Speriamo di inondare le nostre pagine social di date in tutto il mondo. Dalla Sardegna a New York passando per lo stivale.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Suspendisse varius enim in eros elementum tristique. Duis cursus, mi quis viverra ornare, eros dolor interdum nulla, ut commodo diam libero vitae erat. Aenean faucibus nibh et justo cursus id rutrum lorem imperdiet. Nunc ut sem vitae risus tristique posuere.

instagram icon
back to all posts