Versailles e la sua esperienza ad X Factor 2021

Versailles ci racconta del suo brano d'esordio TRUMAN SHOW e della sua esperienza ad X Factor 2021

Ciao Versailles, come stai? Torni da un periodo magico e anche da “sogno”… X Factor è un’ esperienza unica, che capita a pochissime persone nella vita ma so per certo che è anche veramente tosta e ci vogliono le spalle larghe perché sei soggetto a un lavoro sovrumano  su te stesso e allo stesso tempo devi tenere sotto controllo le emozioni...ci vuoi raccontare?


Ciao a voi! Bene, sono in un periodo davvero pieno di energia e carica creativa! X Factor è stato per me qualcosa di davvero intenso, un percorso che mi ha 

lasciato tanto e che mi ha dato tanti spunti di riflessione su me stesso a livello personale e artistico. Sin dalle primissime audizioni è stato chiaro che 

sarebbe stata una sfida sotto tanti punti di vista e, appunto, non è stato sempre facile conciliare le emozioni e gli stati d'animo con tutti gli impegni

e le scadenze. A un certo punto, che credo sia corrisposto con l'ingresso ai live, è scattata una molla in me che mi ha permesso di superare tanti limiti e 

barriere che ritenevo invalicabili. La cosa più significativa per me è stato il momento storico in cui si è collocata questa esperienza: dopo due anni di 

pandemia la noia era tanta e la motivazione una donna difficile da corteggiare, perchè paradossalmente stare sempre chiuso in casa non mi stava aiutando 

a concentrarmi troppo sulla scrittura, sopratutto nell'ultimissimo periodo pre - X Factor, quindi quando si è presentata questa opportunità l'ho colta al volo

e oggi sono felice di averlo fatto.  


Come è la giornata tipo di un concorrente di X Factor?


Il planning delle giornate, o come lo chiamano all'interno ODG (ordine del giorno), ha uno schema fisso settimanale. Ogni giorno da giovedì a giovedì è 

predisposto e organizzato al minuto per conciliare tante attività. I miei preferiti erano il venerdì, perchè avevo i fitting e con le stylist mi divertivo

ad abbinare capi fighissimi e a scommettere sul mio prossimo colore di capelli (sì, la cosa aveva raggiunto il livello di una scommessa sportiva ormai!); e il 

sabato, in cui il nostro team aveva le assegnazioni dei brani per la settimana successiva, un bel momento di raccoglimento col nostro giudice 

e il nostro team in cui si poteva godere delle esibizioni appena fatte lontano dallo stress del giorno della puntata, e si immaginava la prossima con 

l'entusiasmo di chi sta scartando un regalo. E poi amavo il mercoledì, il giorno delle generali, in cui gli scenografi svelavano tutte le loro magie e 

potevi finalmente vedere tutte le sorprese che la puntata avrebbe riservato, senza pubblico, come vedere l'anteprima di un film attesissimo prima del resto 

del mondo.


E’ uscito anche il tuo singolo che ha un nome curiosissimo: “Truman Show”...ci vuoi raccontare?


Truman Show è un brano veramente sentito: nella mia produzione musicale mi è capitato di scrivere tante canzoni che pur essendo la fotografia di un 

momento per qualche motivo non riuscivano a toccarmi davvero il cuore, ed è davvero una bruttissima sensazione.

Ma Truman Show è stata la prima creazione, di un periodo apparentemente sterile e infruttuoso, che mi ha ridato la vita e la voglia di non lasciarmi abbattere dalle

circostanze apocalittiche che avevo intorno. Nasce nella primavera 2020, a inizio pandemia, quando il domani iniziava ad assumere la forma di un grosso punto

interrogativo. Poco prima ero in procinto di stravolgere la mia vita, infatti a gennaio avevo deciso di trasferirmi da Pescara a Milano per iniziare a fare 

sul serio con la musica. Questo progetto fu stroncato sul nascere e io fui costretto a tornare a casa in basilicata dove poi ho passato tutto il resto del lockdown. 

La frustrazione del primissimo periodo era tanta, per di più mi accorgevo che l'alienazione causata dai social in quel particolare momento storico si ridefiniva come 

unica alternativa di socialità e questa cosa mi ha fatto soffrire tanto, mi sentivo davvero in episodio di Black Mirror. Fortunatamente ho avuto la prontezza 

di reagire imbracciando la chitarra e scrivendo Truman, che da quel giorno, nonostante il testo non sia proprio un'oasi di ottimismo, è diventato un po' un mantra

con cui affrontare il resto del lockdown. Anche in questo senso è stato molto significativo per me presentarmi con questo brano a x factor, racconta solo verità,

0 estetica o voglia d'apparire, solo verità.


So che proprio in questi giorni hai anche degli impegni molto belli! Raccontaci.


Appena uscito dal programma volevo ripartire a bomba e quindi mi sono da subito messo a provare i brani che avevo, quelli scritti mentre ero dentro e a

lavorare a roba nuova, ma la cosa di cui avevo più bisogno era tornare il prima possibile di nuovo su un palco e quest'occasione si è presentata con il live 

di Vipra al Magnolia di Milano del 15 dicembre a cui parteciperò come opening act. Ho chiamato il mio amico Gemma alla batteria, con lui ci siamo conosciuti

durante x factor tra l'altro, e il grande Simone Sproccati a schitarrare al mio fianco; abbiamo una bella scaletta con tanta roba inedita da dare in pasto alla 

gente e io non vedo l'ora di essere li, di nuovo a 2 metri dal pubblico a fare casino.



Con chi ti piacerebbe collaborare dei tuoi ex colleghi di avventura? Puoi scegliere solo un nome.


Vale LP. Con lei si è stabilita una connessione emotiva grande , uno di qui sentimenti che provi cosi, senza farti troppe domande. Scrivere con lei mi piacerebbe un sacco.



Cosa ti riserverà il futuro? Tenterai altre competizioni?


Cosa mi riserverà il futuro chi lo sa, non si può mai dire mai nella vita ma per il momento non credo che parteciperò ad altri talent o competizioni, una 

cosa che so per certo è che mi chiuderò in studio a scrivere e a lavorare di artigianato sulle canzoni che ho già perchè non vedo l'ora di metterle al

mondo e di regalarle a tutti quelle che le aspettano, in primis me stesso.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Suspendisse varius enim in eros elementum tristique. Duis cursus, mi quis viverra ornare, eros dolor interdum nulla, ut commodo diam libero vitae erat. Aenean faucibus nibh et justo cursus id rutrum lorem imperdiet. Nunc ut sem vitae risus tristique posuere.

Nicholas Tasin
instagram icon
back to all posts