Brots sbarca a Seoul grazie a Sparklabs

La startup musictech che sta rivoluzionando l’industria discografica sbarca a Seoul grazie a Sparklabs
Share

Creata da due giovani italiani Alessandro Marin e Lorenc Miri, Brots è stata selezionata dal programma di accelerazione Sparklabs di Seoul, unica startup made in Europe a partecipare al più importante acceleratore asiatico ed uno dei più importanti a livello mondiale.

L’innovativa app proietta nel mondo gli artisti emergenti e rende i fan protagonisti del loro successo democratizzando, per la prima volta, l’industria discografica.

Sviluppata da due italiani, Alessandro Marin e Lorenc Miri (classe 1993 e 1994), e da un team full-time composto da Roberto Tarantini, Christian Toffoletto e Domenico Pasquale, Brots è stata selezionata per un percorso di accelerazione da Sparklabs, l’importante acceleratore asiatico per startup seed e early-stage che hanno il potenziale di crescere rapidamente a livello globale. L’acceleratore è partner di Universal Music dal 2018 con l’obiettivo di investire in startup musictech ad alto potenziale. Un passo che porterà il team di Brots a vivere 3 mesi a Gagnam (si esatto, quella della canzone) nel centro di Seoul, a contatto con Mentor di altissimo livello e investitori globali.

La mission di Brots

Brots è nata con l’obiettivo di supportare gli artisti emergenti in ogni fase della loro carriera, fornendogli gli strumenti adatti e creandogli le opportunità per proseguire la strada verso il successo.

Il primo passo per un artista emergente, come per una startup, è trovare gli early adopters, ovvero quei fan che lo seguiranno e supporteranno perchè si innamorano di lui e del suo prodotto: la sua musica.
Per questo motivo, il primo obiettivo di Brots è costruire una community di appassionati di musica. La risposta del pubblico è stata eccezionale, l'app è già stata scaricata in più di 45 Paesi. Tutte le interazioni ruotano attorno alla musica emergente; dalla scoperta di nuova musica, alla connessione con altri utenti con gli stessi gusti musicali seguendo le logiche di un social network. La musica però non è solo un’esperienza digitale, sia per l’artista che per l’utente, e questo ha portato Brots a promuovere all’interno dell’app gli eventi live, facilitando la connessione tra persone che vogliono godersi l’esperienza assieme.
Per Brots gli eventi non possono più essere solamente un’esperienza o digitale o reale, ma devono diventare delle esperienze "phygital" poiché al giorno d’oggi non si può più fare una distinzione tra le due dimensioni.

Tutto questo non è sufficiente perchè la strada per il successo è lunga e ricca di insidie. Più si prosegue, più sono necessarie risorse economiche per supportare la crescita. Per questo motivo, Brots sta sviluppando diversi strumenti vendita e raccolta di risorse per l’artista. L’artista potrà vendere contenuti esclusivi sotto forma di NFT direttamente alla sua community, ma non solo perché Brots si sta preparando per diventare la prima Etichetta Discografica Social che co-investe con la propria community nei migliori artisti della piattaforma.

sparklabs korea

Il programma di accelerazione Sparklabs

Per il team di Brots, unica idea made in Europe, essere entrato a far parte dell’acceleratore è un grande traguardo internazionale che permette alla startup di allargare i propri orizzonti e connettersi con le figure più rilevanti dell’innovazione glob ale.
Il programma di accelerazione Sparklabs ha una durata di tre mesi durante i quali gli startupper seguono un processo formativo ad altissimo livello e consentirà di presentare la soluzione tecnologica durante il DemoDay che conta in media oltre 6.000 investitori provenienti da ogni parte del mondo. Un evento che ha già fornito una rilevante spinta e che ha permesso alla startup di raccogliere più di 200 mila euro; altri ne arriveranno a breve a chiudere il seed round dato l’ulteriore interesse che si è creato da parte di investitori e fondi VC italiani.

Per qualsiasi informazione, scrivete pure a: info@brots.cloud

back to all posts